mercoledì 22 ottobre 2014

Bianco e Nero



  



  









Anche se amo i colori e le atmosfere ottenute con i neutri (bianco latte, panna, vaniglia, magnolia, avorio, magari tono su tono), è innegabile che il nero e il bianco nella decorazione creano spazi e angoli con una certa magia, sofisticati, eleganti e visivamente di grande effetto.

Interni ed esterni, arredamenti e accessori, mobili e suppellettili, possono conferire alle stanze rapidamente un cambiamento straordinario e interessante se trattati con questi colori. Basta guardare le proposte: alcune forniscono idee veramente semplici...

Perché allora non concedersi divagazioni lungo una trama di materia e invenzioni, magari anche attraverso epoche e domini stilistici anche lontani e differenti?

I colori neutri classici sono tonalità molto simili che, accuratamente accostate, danno vita ad un ambiente tono su tono, creando una magica armonia estremamente elegante e con particolare profondità di colore. 

Bianco e nero sono colori passepartout (un pò come nella moda), sinonimo di estrema eleganza e raffinatezza, da utilizzare nell'home decor e qui mi riferisco in particolare al nero come colore d'accento, dosato nelle proporzioni e nella quantità per ottenere un effetto estremamente di classe. 

Le sfumature delicate del bianco e quelle più intense del nero, impreziosite da cristalli, vetri, metalli dai toni e dorati e argentati, enfatizzano un ambiente conferendogli un look luxury, elegant, chic. 










martedì 21 ottobre 2014

Come realizzare Mensole e Ripiani fai da te


Prima mensola creativa: sul bordo del ripiano curvo l'effetto mosaico impreziosisce ciò che viene appoggiato sulla mensola; le tesserine di mosaico si possono acquistare in strisce o anche singolarmente.

Le mensole in giunco si chiamano barelle e le utilizzavano i fornai: farle intrecciare su misura da un cestaio oppure provare a realizzarle da soli?

Un intervento creativo mette in risalto qualche eventuale pezzo d'eccezione sulla mensola: le foglie sono di gesso e si possono applicare con colla sui bordi della mensola.

Soluzione inconsueta ma scenografica per questa mensola: l'idea infatti non va cercata nella mensola, ma nei libri scultura. Vecchie edizioni dipinte in bianco e poi profilate in oro o bronzo con un pennellino.
  
La doppia virgola in legno laccato bianco può rendere importante il più semplice dei ripiani in legno sempre smaltato bianco: un lavoro per bricoleur appassionati da realizzare con una dima.

L'idea geniale di questa mensola è quella di ancorarla al muro sul quale è stato disegnato con uno stencil il mobiletto tipo consolle: guardandolo da lontano nessuno sospetterebbe la tecnica mista.


Delle mensole con modanature classiche che potete imparare a realizzare:

E le mensole per esporre cornici o libri si possono imparare qui:

Struttura semplice con staffe decappate e ripiano in legno naturale per queste mensole; tutorial qui:


Le mensole realizzate con i libri: l'idea visiva è che la mensola scompare e ciò che si vede sono solo i libri; nuovi o vecchi non importa, perché l'effetto estetico è assicurato. Il segreto è una staffa.


Soluzione rustica per una casa di campagna: staffe in ferro battuto e legno riciclato

Un intervento creativo permette di agganciare una serie di mensole e trasformarle in una libreria industrial vintage; qui le istruzioni: www.hgtv.com






domenica 19 ottobre 2014

MATERA: capitale della cultura e le Grotte della Civita




 


È Matera la città italiana designata come capitale europea della cultura per il 2019. E' la prima città del Sud ad avere questo titolo. Lo ha annunciato il ministro per i Beni e le attività culturali, Dario Franceschini. Un bel riscatto per quella che fu definita la città più degradata in Italia. La capitale europea della cultura è nata nel 1985 per promuovere la conoscenza del patrimonio storico-artistico e culturale dei Paesi membri dell’Ue.



Già nel 2012 parlai di Matera a proposito delle Grotte della Civita. Ecco quello che scrissi.


Perfino il New York Times e il Tatler (Condé Nast), hanno parlato di loro, Albergo Sextantio Le Grotte Della Civita.











  

Le Grotte della Civita è un particolare hotel a Matera, Basilicata. L'hotel non ha nessuna classificazione tipo 4 stelle, ect. , è lontano dal concetto di lusso, ma la pubblicazione sul New York Times ne ha fatto uno dei luoghi più insoliti del mondo, mentre la pubblicazione su Tatler di Condé Nast tra i cento migliori alberghi del pianeta.

Nel 1993, l'UNESCO ha dichiarato Le Grotte della Civita Patrimonio Mondiale dell'Umanità. E non è sorprendente, perché il progetto si trova proprio all'interno della grotta. Inoltre, in tutta la città le case qui sono fatte di pietra.


L'Hotel Le Grotte della Civita ha 18 camere nelle grotte rocciose che possono ospitare fino a 40 persone. Sono sparse su tre livelli, collegate da scale e terrazze. L'hotel è circondato da giardini ed edifici inusuali, in modo che tutte le camere abbiano una bellissima vista.

i progettisti hanno avuto la lungimiranza di creare un'atmosfera di originalità e antichità. Qualche comfort moderno tuttavia è garantito - un comodo letto, il riscaldamento, l'aria condizionata, connessione wi-fi. L'atmosfera è però fuori dal tempo grazie a suggestive candele e oli aromaterapici, cucina eccellente nello stile del XIII secolo con torte e panini con marmellata, formaggio per la prima colazione. 

www.legrottedellacivita.com

Albergo Sextantio Le Grotte Della Civita







Progetto Commerciale: un bar dalle atmosfere familiari

  


  






Un piccolo bar situato sulla via Appia, in prossimità di piazzale Re di Roma, cuore pulsante del quartiere San Giovanni a Roma, accoglie i propri clienti con un atmosfera unica nel suo genere. L'idea maestra è stata quella di proporre una atmosfera familiare all'interno di un locale pubblico. Per far sì che nessuno si senta cliente o ospite, ma parte della famiglia, come fare colazione a casa e non al bar.

Lampadari in ferro battuto, carta da parati, boiserie in essenza di legno spazzolato e sbiancato, riportano il fascino domestico di un luogo più simile ad una casa che ad un luogo pubblico. Gli arredi classici sono stati però ironicamente riadattati alle esigenze del bar. Sicuramente un nuovo modo di concepire uno spazio commerciale.

Varcando la soglia si ha l’impressione di entrare in casa. Il profumo del caffè e l’odore dei dolcetti appena sfornati si diffonde in un ambiente familiare, ma ironico, particolare, scintillante, immerso in una intimità quasi domestica. E magari la quotidianità della frequentazione diventa per tutti un modo di narrare una storia, la propria, durante la pausa di lavoro o prima di tornare ai propri impegni.






Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...